Pastina con il baccalà

Pastina con il baccalà

VERMICEDDRI CU LU BACCALA’   (Pastina con il Baccalà).

Quando: Tipico nelle cene delle vigilie natalizie quali la sera della vigilia dell’Immacolata e nella cena del 24 Dicembre. Questo piatto che  faceva parte del rituale familiare veniva accompagnato da quello delle rape lesse condite con abbondante olio di extra oliva.

Cosa serve

  • 1 kg. di baccalà
  • 1 kg. di Vermicelli “Vermiceddhri” fatti a casa  o semi di cicoria, (formato tipico)
  • 700-800 gr. di pomodori pelati tritati
  • olio extravergine d’oliva
  • 2-3 cipollotti
  • 2-3 spicchi d’aglio
  • una costa di sedano
  • un mazzetto di prezzemolo
  • pepe nero
  • sale

Mettete a riscaldare in una casseruola con l’olio un trito approntato con i cipollotti, aglio, sedano e aggiungete un pizzico di pepe, sale e lasciate stufare il tutto a fiamma bassa. Unite il baccalà già ammollato, dopo averlo scolato e tagliato a pezzi e fatelo insaporire rigirandolo nel sugo.

Quando  con la cottura il baccalà  avrà perso parte della sua acqua, aggiungete i pelati tritati, il prezzemolo e portate a completa cottura tenendo sempre il fuoco moderato.

Versate il sugo in una casseruola, unite i Vermicelli lessati ma molto al dente e completatene la cottura. Il baccalà si può servire a parte come pietanza, oppure opportunamente spinato  e grossolanamente sbriciolato insieme alla pastina rendendo più ricco questo primo piatto.

Avatar

Dettagli di Gianfranco Conese

Translate »